24 ago 2017

ISPIRAZIONE PILEA ANCHE PER POLLICI NON PROPRIO VERDI

Pilea peperomioides: ho scoperto questa piantina molto tempo fa durante le mie full immersion di Pinterest e me ne sono innamorata all’istante. La trovo simpatica con le sue perfette foglie tondeggianti di un bel verde corposo (questa caratteristica le è valsa il soprannome di pianta delle monete). Solo che non sono mai riuscita a trovarla in vendita nei gardencenter che frequento e l’idea di acquistarla on line non mi ha mai entusiasmato.

Poi questa primavera sono stata alla mostra di piante e fiori che ogni anno si tiene al Giardino dell’Orticoltura di Firenze, e lei era li. L’avevo finalmente trovata.

Ora, io non ho il pollice verde (e mai lo avrò - temo) e questa per me è una sfida. Farla crescere e mantenere in salute. Le ho trovato posto sul mio tavolo da disegno, accanto ai manuali sulla Hygge - mi sembra un accostamento carino. Così può ricevere la luce delicata che proviene dalla finestra alta; è una pianta che non ama l'illuminazione diretta del sole e d’inverno vuole una temperatura che non scenda sotto i 10°C., per cui direi che il posto è perfetto. E poi basta innaffiarla quanto il terriccio risulta secco (penso di potercela fare).




Ti posso assicurare che richiede cure molto semplici e genera facilmente dei rametti che puoi prelevare e trasferire in un altro vasetto. Io sto provando con tre e facendo i dovuti scongiuri, stanno crescendo! Li ho sistemati con del buon terriccio all’ombra di una betulla e sembra proprio che abbiamo attecchito.
Piccini picciò li ho sistemati uno sul tavolino di benvenuto all’entrata di casa, uno in soggiorno e uno sul ripiano della mio micro libreria del vano scala.



E ora prendi nota: il prossimo acquisto sarà un esemplare di Pilea peperomioides. Questa piantina ha la capacità di trasformare un angolo in qualcosa di speciale che cattura l’attenzione. E se cresce con la sottoscritta, stai pure tranquilla che la cura è molto semplice. Aspetto le tue foto!

styling e foto | Guja Martelli - www.studiomag.it

Nessun commento:

Posta un commento