31 ago 2017

RIFLESSIONI DI FINE AGOSTO E UN REGALO PER TE



In questi ultimi giorni di agosto ho tirato le somme. Si, perché poi arriva settembre che per me è un pò come un primo dell’anno. Ad agosto rifletto su quello che ho fatto, che potevo fare o che è rimasto a metà. Inizio a buttare giù un programma di massima per i mesi che verranno mettendo a fuoco le idee per trasformarle in qualcosa di concreto. Insomma, per non lasciare niente al caso.

Per l’autunno ho già in mente alcune cosine (ancora non posso svelartele tutte) che ti piaceranno un sacco. Poi ho in programma di seguire nuovi corsi di formazione che ritengo molto importanti per la mia professione. Sento la necessità di cambiare alcuni aspetti della mia quotidianità e questo gioverà anche alla sfera professionale.
Insomma, la seconda metà di agosto è da sempre un periodo carico di aspettative e di attesa. Non so se anche a te prende quella voglia di decluttering selvaggio, quel desiderio imminente di fare spazio e respirare. Ecco è proprio questa la sensazione...
Insomma, questo mood, chiamiamolo così, è utile anche per te. Si, hai capito bene e te lo spiego subito.

:: nei prossimi mesi lancerò delle nuove consulenze tarate in funzione delle tue necessità e dei tuoi desideri. Ricordi che nei mesi scorsi, sulla mia pagina Facebook ti ho chiesto di rispondere ad alcuni questionari? Ecco, quelle risposte mi hanno dato le idee giuste per realizzare i miei nuovi servizi e per questo ti devo ringraziare.

:: se hai voglia di ritrovare la tua dimensione all’interno della tua casa, per trovare l’intimità e calore, rimani sintonizzata perché sul blog troverai argomenti che ti aiuteranno a lavorare su questo (non ti svelo di più..)

:: voglio coinvolgerti maggiormente e lo farò tramite i miei canali, Facebook e Instagram, così da conoscerti meglio e poterti fornire sempre idee nuove e originali per arredare, e soluzioni mirate alle tue esigenze.

Quindi, ti aspetto! Intanto c’è un regalo per te. Lo trovi qui; è il planner che ho creato per settembre (quello della foto) e che utilizzo per segnare tutto. Mi permette di avere una visione d’insieme del mese e programmare i miei impegni senza stress. Utilizzalo per i tuoi appuntamenti e scadenze e se vuoi condividi uno scatto su Instagram con l’hashtag #riflessionidifineagosto

24 ago 2017

ISPIRAZIONE PILEA ANCHE PER POLLICI NON PROPRIO VERDI

Pilea peperomioides: ho scoperto questa piantina molto tempo fa durante le mie full immersion di Pinterest e me ne sono innamorata all’istante. La trovo simpatica con le sue perfette foglie tondeggianti di un bel verde corposo (questa caratteristica le è valsa il soprannome di pianta delle monete). Solo che non sono mai riuscita a trovarla in vendita nei gardencenter che frequento e l’idea di acquistarla on line non mi ha mai entusiasmato.

Poi questa primavera sono stata alla mostra di piante e fiori che ogni anno si tiene al Giardino dell’Orticoltura di Firenze, e lei era li. L’avevo finalmente trovata.

Ora, io non ho il pollice verde (e mai lo avrò - temo) e questa per me è una sfida. Farla crescere e mantenere in salute. Le ho trovato posto sul mio tavolo da disegno, accanto ai manuali sulla Hygge - mi sembra un accostamento carino. Così può ricevere la luce delicata che proviene dalla finestra alta; è una pianta che non ama l'illuminazione diretta del sole e d’inverno vuole una temperatura che non scenda sotto i 10°C., per cui direi che il posto è perfetto. E poi basta innaffiarla quanto il terriccio risulta secco (penso di potercela fare).




Ti posso assicurare che richiede cure molto semplici e genera facilmente dei rametti che puoi prelevare e trasferire in un altro vasetto. Io sto provando con tre e facendo i dovuti scongiuri, stanno crescendo! Li ho sistemati con del buon terriccio all’ombra di una betulla e sembra proprio che abbiamo attecchito.
Piccini picciò li ho sistemati uno sul tavolino di benvenuto all’entrata di casa, uno in soggiorno e uno sul ripiano della mio micro libreria del vano scala.



E ora prendi nota: il prossimo acquisto sarà un esemplare di Pilea peperomioides. Questa piantina ha la capacità di trasformare un angolo in qualcosa di speciale che cattura l’attenzione. E se cresce con la sottoscritta, stai pure tranquilla che la cura è molto semplice. Aspetto le tue foto!

styling e foto | Guja Martelli - www.studiomag.it

17 ago 2017

ARREDARE CON IL PROFUMO


Ti è mai capitato che ti tornasse in mente un profumo della tua infanzia, o legato ad un momento particolare della tua vita? Il profumo di un viaggio, o di un incontro che ti è rimasto nel cuore.
A me capita spesso e questo mi permette di tornare indietro nel tempo e ricordare pezzettini della mia vita. Per esempio spesso sento il profumo della mia cartella delle elementari. E’ un ricordo bello, dolce…e mi riporta a quei giorni perché mentre li vivevo, c'è stato un collegamento profumo-emozione.
Il profumo fa parte di te e della tua vita. Pensa al profumo del tuo bambino, del tuo compagno, delle tue giornate. E soffermati sulle emozioni che ti genera. Che siano belle o brutte non importa, l’importante è che tu riesca a percepirle.

Perché se riesci a sentirle e definirle, allora sei pronta per arredare la tua casa con il profumo. Si hai capito bene. Una casa non è fatta solo di pareti, oggetti, mobili, colori. Una casa è qualcosa di più. Ha un suo profumo che la identifica, che la rende unica e speciale, che le dona esattamente "quell'atmosfera”. proprio quella che ti fa dire "sto bene qui”.

Prima di acquistare in maniera compulsiva candele, oli essenziali, incensi &C. ricorda che un profumo deve inserirsi con armonia nell'ambiente senza sovraccaricarlo e soprattutto deve piacere a te e a chi vive con te. Se scegli la vaniglia perché "piace sempre”, ma a te e al tuo compagno da il volta stomaco, bè ci siamo capite.

Ecco quindi una mini guida che ti aiuta ad orientarti nella scelta della fragranza più adatta per ogni ambienti della casa che ti permette anche di creare un percorso olfattivo che ti accompagna all'interno degli ambienti.

CUCINA: scegli fragranze agrumate come limone, arancia, mandarino che aiutano anche ad aliminare gli odori, ma anche la menta piperita che ha un effetto rigenerante e purificante.

SOGGIORNO: per la stanza dedicata al relax post ufficio o del weekend sono indicate fragranze dolci come il mughetto o la magnolia, oppure più legnose come pino e sandalo (sicuramente più maschili).

STUDIO/HOME OFFICE: qui hai bisogno di concentrazione; il rosmarino ha proprietà che favoriscono la concentrazione in più purifica l’aria, che fa bene alle idee. Ma puoi provare anche con mandarino, limone o menta.

CAMERA DA LETTO: per terminare la giornata scegli profumi rilassanti; lavanda che allievi il mal di testa e la tensione nervosa, ma anche i fiori di limone, camomilla melissa che conciliano il sonno.

BAGNO: come per la cucina scegli fragranze fresche che aiutano a coprire eventuali odori e rendono l’ambiente fresco; sono perfette in questo caso lavanda e rosa oppure il mirto, che svolge anche una funzione disinfettante.

Una regola che vale sempre. Prima di acquistare una profumazione, valuta la qualità degli ingredienti utilizzati. Ingredienti migliori, determinano una migliore resa anche in termini di persistenza della profumazione. Una azienda artigiana investe molto in ricerca e qualità garantendo un  prodotto finale di eccellenza, rispetto ai prodotti destinati alla grande distribuzione.

Ti spaventa inserire profumi diversi stanza per stanza? Prova con uno alla volta, con la cucina per esempio. E vedi che effetto ti fa. Se ti piace, se noti un cambiamento, allora puoi passare al soggiorno, oppure alla camera. Fare un passo alla volta non è sbagliato. Ti rende consapevole e ti permette di scegliere in base alle tue caratteristiche, per arrivare ad un risultato perfetto.

10 ago 2017

VIVI IN AFFITTO? ARREDA COSÌ

Se vivi in affitto è il tuo cruccio: vuoi personalizzare la casa secondo il tuo gusto, ma questo si scontra con i paletti posti dai proprietari. Ho indovinato?

Se la risposta è si, questo post è per te. Scoprirai come rinnovare gli ambienti di casa, senza suscitare l’ira del proprietario.
Partiamo dal fatto che, effettivamente, molte delle case in affitto sono spesso poco curate, con mobili male accostati e rivestimenti datati.


Ecco quindi come muoverti :

- Parla con il proprietario del tuo desiderio di intervenire sul look dell’appartamento con interventi soft, chiedendo anche che margini di azione hai. forse scopri che puoi sostituire i lampadari o eliminare piccoli arredi, per esempio.

- Definisci un budget; ti permette di focalizzare meglio la direzione da prendere, senza cambi di rotta.

A questo punto, appena hai il benestare, puoi iniziare. La regola base da seguire e che consiglio sempre è:


UNIFORMARE


:: Pavimenti: in molte abitazioni si trovano spesso tipologie e grafiche diverse da stanza a stanza. Era una consuetudine degli anni 70/80; la soluzione in questo caso è camuffarli con tappeti. Ti suggerisco un colore chiaro e possibilmente tinta unita. Ti concedo al massimo un tappeto con micro disegni monocromatici. Questo perché le piastrelle usate in quegli anni avevano decori impegnativi e se inserisci un tappeto con colori forti e una grafica pesante, rischi di peggiorare la situazione.

:: Disposizione degli arredi: nel limite del possibile, valuta se puoi intervenire sulla disposizione dei mobili. Per esempio nel soggiorno, nell'ingresso, nella camera da letto.

:: Finestre: anche in questo caso vale lo stesso discorso. Tessutio chiari, che oltre ad illuminare, allargano visivamente un ambiente. Sceglili leggero, tinta unita o con decori tono su tono.

:: Divani: se fantasia o colore non sono nelle tue corde, coprili con un tessuto leggero, di colore neutro, chiaro, che si armonizzi con tappeti e tendaggi. Puoi inserire alcuni cuscini che per esempio potrebbero riproporre il colore degli accessori, oppure riprendere la grafica delle tende.

:: Decorazioni a parete: anche in questo caso cerca di uniformare. Ti consiglio una grafica stilizzata che non appesantisce e si inserisce bene in molti ambienti.
Personalmente non amo molto gli stickers da parete quindi, se vuoi una alternativa alle stampe, puoi utilizzare alcune decorazioni geometriche.

IMG



IMG


:: Letto: vale lo stesso discorso fatto per il divano. Per il punto luce sul comodino puoi inserire lampade allineate con lo stile che hai scelto oppure trovare una soluzione alternativa come questa.

:: Cucina e Bagno: questi due ambienti sono forse i più osticici perchè possiedono una struttura rigida, complessa, che non si presta a molte modifiche, e spesso hanno rivestimenti datati. Gioca quindi sugli accessori, ma sempre nella giusta misura. Ricorda che più gli spazi sono ordinati, e gli oggetti inseriti in modo armonico, tutto l'ambiente ne gioverà.
Se comunque il tuo budget lo prevede, puoi pensare di applicare sulle piastrelle, un film adesivo con la grafica che preferisci che puoi facilmente eliminare quando lascerai la casa.

Ricorda: la casa deve parlare di te, ma prima di tutto deve piaceri e farti sentire "a casa". Deve contenere i tuoi ricordi e la tua vita. Utilizza quindi le tue foto per arredare, i ricordi di viaggio, il tuo stile personale e la tua storia.

IMG

IMG

Ed ecco qui la soluzione per la tua casa in affitto. Un ultimo consiglio; con piante e oggetti crea punti focali che attirano l'attenzione sugli angoli migliori. Se vuoi dei consigli in più scrivimi nei commenti. Sarò felice di aiutarti!

03 ago 2017

STILE COASTAL: IL MARE E I SUOI COLORI

Questo post nasce “grazie” (leggermente sarcastico) al caldo di questi giorni. Mi sono svegliata con una immagine nella mente che mi ha riportato indietro a molti estati fa, quando ho passato le vacanze in Grecia. Di quel periodo, è sempre vivo il ricordo del netto contrasto tra il blu del mare e il bianco delle costruzioni.

Il blu è il colore che amo da sempre, trasmette armonia, equilibrio, calma, dona senso di pace, di serenità. Pensa che ha addirittura la capacità di regolarizzare la frequenza cardiaca.
Il bianco rappresenta la purezza, la pulizia, la voglia di cambiamento.

Adesso pensa all’unione di questi due colori, alle loro infinite sfumature e tonalità, quelle più leggere e delicate e immaginale accostate ad accessori e arredi che richiamano il mondo marino. Il gioco è fatto! Stai per scoprire lo stile Coastal.




 IMG: 1 2 3 4 5 6


COLORI
Chiari, quindi il bianco, il blu nelle sue tonalità più delicate, quindi azzurro e celeste, i grigi declinati nei toni più caldi della corda e della sabbia.

MATERIALI
Per i mobili, legno bianco come sbiancato e levigato dal mare, a ricordare uno stille shabby rubato al mondo marino. Per gli accessori e i complementi, scegli legno, rattan, vimini, cotone, juta.

ACCESSORI
In stile puramente marino; via libera a conchiglie, stelle marine, corde, Oppure di recupero come lanterne, velieri, oggetti creati con legno di recupero

PATTERN
Righe, righe, righe, ma anche corallo, conchiglie, barche, carte nautiche…


Coastal è lo stile ideale per le case al mare, ma se vuoi ricrearlo in città, proprio per la stagione estiva,  ti consiglio di puntare sugli accessori, che potrai facilmente sostituire nella stagione fredda, se vuoi che lo stile della tua casa segua il ritmo delle stagioni.

Pronta a trasformare la tua casa? Approfittane in questi giorni così caldi e mostrami il risultato. Ci vediamo su Instagram con #agostocoastal se vuoi qualche consiglio in più.