13 lug 2017

COME ORGANIZZARE LA LAVANDERIA

Sempre più spesso, durante le mie consulenza, mi viene chiesto di trovare spazio per la stanza lavanderia. E io aggiungo sempre, organizzata.
Per molto tempo, la stanza lavanderia come la intendiamo oggi è stata ignorata e, solo negli ultimi anni, l’attenzione si è rivolta maggiormente a questo locale che svolge una funzione importante nella gestione quotidiana delle attività domestiche.
Come per il ripostiglio, sappi che anche per la lavanderia, non hai bisogno di chissà quanto spazio. Te ne serve meno di quanto immagini.

La tua lavanderia può avere dimensioni micro e ci metti anche l’asciugatrice, che è importante per due motivi:

• se vivi in un condominio, non è detto che tu possa stendere i panni sul balcone (molti regolamenti condominiali non lo consentono)
• d’inverno ti troveresti con lo stendibiancheria sempre aperto. A me capitava quando vivevo da sola; pensa come sarebbe la mia casa, adesso che siamo in quattro!

IMG

DOVE POSIZIONARLA

Sicuramente nel posto più vicino agli attacchi dell’acqua e degli scarichi, e con un buon ricambio d’aria. Quindi accanto alla cucina o al bagno, o nel bagno stesso. Anche lo spazio di fine corridoio può facilmente essere reinventato per una micro lavanderia.
Personalmente, nei miei progetti, non sono abituata ad inserire la lavatrice in cucina, integrata nei mobili, perché non trasmette quel senso di pulizia che ottengo se posizionata altrove.

Se scegli di inserire la lavatrice nel bagno, puoi far realizzare un mobile che possa ospitarla, organizzando la parte alta con i ripiani. Se non vuoi utilizzare il legno, la soluzione è creare una spalletta in muratura o in cartongesso, dotata di chiusura, per creare una stanza nella stanza.
Questo è il progetto che ho elaborato per una mia consulenza di restyling di una stanza da bagno, per la quale mi era stato chiesto di ricavare anche uno spazio lavanderia.
Come vedi, ho inserito una spalletta in muratura, chiusa con una porta a libro, che oltre a creare lo spazio per inserire lavatrice asciugatrice, ha permesso di delimitare la zona doccia. 




COME ORGANIZZARLA 

La regola da seguire è: la zona destinata alle cose che devi lavare, asciugare, piegare deve essere pulita e funzionale.
Ti consiglio di prevedere la suddivisone degli indumenti per colore o tipologia, utilizzando sacche (che puoi anche appendere) o contenitori (impilabili) se lo spazio a disposizione è poco.

Nel mio caso utilizzo 4 sacchi che ho suddiviso così:

• sacco dei BIANCHI
• sacco per gli SCURI
• sacco per I TESSILI DI BAGNI E CAMERE

senza suddivisione di materiale, e che tengo nella zona notte al primo piano.

• sacco per TESSILI PER LA CUCINA nella dispensa

La casa su tre piani purtroppo non aiuta e mi sono dovuta organizzare in questo modo, e devo dire che  funziona.

1. Se lo spazio che hai a disposizione è poco, come ho già detto, devi sfruttare l’altezza del locale inserendo dei ripiani, che ti permettono di riporre nella parte più alta i detersivi (in modo che i bambini non possano raggiungerli).

2. Per la colonna lavatrice/asciugatrice, trovi in commercio dei ripiani estraibili che posizioni tra le due e che all’occorrenza ti permettono di avere un piano di appoggio in più.

3. Puoi sistemare l’asse da stiro a fianco della colonna lavatrice/asciugatrice, oppure predisporre un gancio a parete.

4. Prevedi un gancio al quale appendere le grucce temporaneamente mentre stai stirando. Io ho fatto così.




Come vedi le soluzioni ci sono. Se ti prendi il tempo per pensare, trovi sempre una soluzione a tutto. Hai ancora dubbi? Scrivimi, e sarò felice di aiutarti.



Nessun commento:

Posta un commento